FACILE, VELOCE, PRATO!

LA FORZA VERDE CHE RESISTE AD OGNI OSTACOLO

RESISTENTE

ECONOMICO

AUTO-
RIGENERANTE

il Gramignone

(Stenotaphrum secundatum)

imm_home_gramignone

Il Gramignone (nome latino Stenotaphrum secundatum) è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Poaceae.

Rientra nella specie delle macroterme, ovvero le tipologie di graminacee adatte a essere impiegate per la costituzione di un tappeto erboso, caratterizzato dalla fortissima adattabilità a qualunque tipo di terreno.

Originario del Sud America, resiste in maniera eccellente alle alte temperature e alla siccità, richiedendo l’innaffiatura ogni circa 7/10 giorni anche con acqua non necessariamente di qualità ed ha quindi un bassissimo costo di manutenzione. Ideale per le aree del centro-sud Italia, il Gramignone è il miglior prato per le zone residenziali e i giardini mediterranei.

Inoltre richiede pochissimo concime ed è in grado di propagarsi anche nelle zone ombrose. Il periodo di massimo splendore è tra Aprile e Settembre, ed entra in stato di dormienza tra Novembre e Marzo. 

La sua propensione all’adattamento, la discreta tenacia al calpestio e all'entusiasmo di un cane ma anche alle fitopatie (malattie delle piante) e alle infestanti, rendono il Gramignone la scelta ideale per chi cerca un prato a facile da gestire e dai costi ridotti.


imm_home
minuti

per piantarlo

P1010235 - frame at 0m0s
mesi

per una copertura totale

imm_home3
metri quadri

coperti all'anno

Sei un professionista del settore?

Dai nuova vita al tuo prato

Domande frequenti e FAQ

Perché scegliere il Gramignone?

Il Gramignone è una scelta popolare per molte ragioni. È molto resistente e adatto a diverse condizioni climatiche, compresi i climi caldi e secchi. Inoltre, il gramignone è resistente alle infestanti e alle malattie, il che lo rende una scelta ideale per chi cerca un prato a bassa manutenzione. 

Qual'è il periodo migliore per piantare il Gramignone?

Il periodo migliore per piantare il gramignone è durante la primavera o l’estate, quando le temperature sono moderate e hanno un range tra i 25/35 gradi. Da Aprile a Settembre.

Come si cura il gramignone?

Il gramignone richiede una certa cura, ma non in maniera assidua come altre specie. Va annaffiato poche volte alla settimana, una volta raggiunta la maturazione, concimare una volta al mese con un concime dal titolo prevalentemente azotato nei periodi di maggiore crescita e tagliarlo regolarmente ogni 7/10 giorni. 

In quanto tempo cresce il Gramignone?

Il tempo necessario per la crescita del gramignone dipende da diversi fattori,come la quantità di piante inserite per metro quadro, le condizioni climatiche e gestione agronomica. Con una piantumazione standard (12 piante per metro quadro) si ha una copertura totale nell’arco di ¾ mesi.

Il Gramignone è tossico per gli animali?

Il Gramignone non è considerato tossico per gli animali domestici, come cani e gatti. Tuttavia è opportuno controllare se sono state applicate sostanze chimiche o pesticidi sulle piante o sul terreno prima dell'installazione. 

hai altre domande?